Eventi mensili

Spettacolo teatrale



10 settembre 2022

TEATRO GOBETTI

Via Rossini 8 Torino

SABATO 10 (ore 21) e DOMENICA 11 SETTEMBRE (ore 16) 

“LORENZO ALESSANDRI – l’infinito surreale”

PROGETTO BARGIGLI E PREGIUDIZI 2022 IV EDIZIONE

POESIA ARTE RINASCITA

 

Si apre sabato 10 settembre alle ore 21 al Teatro Gobetti di Torino, con “LORENZO ALESSANDRI – l’infinito surreale”, la IV edizione del progetto “Bargigli e Pregiudizi” dell’Anna Cuculo Group.

 

“Ho avuto il piacere di conoscere personalmente il grande artista negli anni Settanta, ai tempi della Soffitta Macabra da lui fondata a Torino insieme al gruppo di pittori Surfanta (Surfanta sta per Surrealismo e Fantasia, ma anche per Subconscia Reale Fantastica Arte). Solo dopo alcuni anni, però, grazie a fortunate coincidenze, abbiamo cominciato a frequentarci per motivi artistici e per una certa filosofia dell’anima che ci accomunava.

Lorenzo Alessandri era una persona gentile, curiosa, vivace e intelligente, qualità che lo accompagnavano sia nella vita quotidiana, sia nel fare Arte. A differenza di alcuni che vedevano nelle sue opere il maligno o qualcosa di terribile, io coglievo al contempo una profondità spirituale mescolata a una grande ironia. I colori che usava per la pittura mi balzavano addosso con superba intensità, tutti i suoi quadri e i suoi disegni mi parevano scaramantici, un atto d’amore verso la povertà morale e mentale di tanti essere umani senz’anima. Conservo gelosamente alcune sue opere, disegni, dediche, cartoline inviate dall’estero.

Lorenzo ci ha lasciati il 15 maggio del 2000. Sono passati gli anni. Sempre grazie a fortuite coincidenze, la coreografa/danzatrice Laura Scaringella, che ho conosciuto nel 2020 e con la quale è nata una buona collaborazione artistica, mi ha detto di recente di essere stata letteralmente rapita dall’esposizione di opere al Museo Alessandri, che lei non conosceva ancora, e che per giorni l’ha tenuta inchiodata al libro acquistato. Le parlo della mia amicizia con lui, le mostro ciò che mi ha lasciato… Ed ecco che nasce l’idea di uno spettacolo dedicato al Maestro, al caro Lorenzo.

La messa in scena si avvale di alcune opere dell’Artista, ma desidera anche restituire al pubblico lo spirito con cui Alessandri si approcciava alla tela, il suo bisogno di disegnare e dipingere sempre, di andare al fondo delle persone e di tutte le cose della Natura per trasmetterne l’essenza, di esprimere le visioni dell’anima. I suoi dipinti e i disegni, a volte candidi, altre efferati, ci risvegliano sogni dimenticati e stimolano visioni avveniristiche. Sulla scena si compirà, come in un crogiuolo, la mescolanza e la trasmutazione di varie arti: musica, danza, vibrazione vocale, luce, buio.

Ringraziamo la Città di Torino e la Città di Giaveno per il Patrocinio; il Museo Alessandri, nelle persone di Concetta Leto e Dina Foppa, le quali hanno concesso i diritti d’autore; Andrea Scotti e Domenico Fragapane per il gentile prestito di due stupende opere del Maestro.

Gli attori: Albino Marino, Pietro Giau, Roberto Briatta, Angelo Chionna, fanno parte della Compagnia ACG; le coreografie e l’interpretazione delle medesime sono curate da Laura Scaringella; le musiche originali sono composte dal Maestro Angelo Chionna. La regia è curata dalla sottoscritta.

                                                                                                          Anna Cuculo

 

Adesso che ho compiuto 72 anni e tra poco sarò dall’altra parte, dopo tutto quello che ho visto, disegnato, dipinto e inciso, mi vergogno di essere umano. Oh Signore, non posso credere che tu ci abbia creati a tua immagine e somiglianza! La prossima volta, ti prego, fammi nascere passero, o gatto, o delfino, o anche solo abete o sasso. Amen!”           (Lorenzo Alessandri)

 

BARGIGLI E PREGIUDIZI

 

Il Progetto Bargigli e Pregiudizi ha preso il via nel 2018 con “Giordano Bruno” al teatro Gobetti di Torino, grazie al Patrocinio della Città, del Teatro Stabile e dell’Associazione Culturale Galileo Ferraris, oltre al sostegno della Fondazione CRT. Ha presentato la seconda edizione nel 2019, alla quale si è aggiunto il sostegno del Consiglio Regionale del Piemonte.

Nell’anno in corso la IV edizione segue concettualmente lo spirito con cui è nato il progetto: affrontare, attraverso varie Arti sceniche, il tema sempre attuale del Pregiudizio e dell’Intolleranza, intendendo richiamare l’attenzione del pubblico e dei collaboratori sui temi fondamentali dell’Etica.

 

Il programma, oltre a “LORENZO ALESSANDRI l’infinito surreale” (vedi testo precedente e locandina allegata) comprende altri quattro spettacoli, qui di seguito elencati.

 

BLU

di Maurizio Zaccaro e Anna Cuculo -  con Anna Cuculo - Musiche originali di Angelo Chionna - Compagnia ACG - Teatro Blu Buriasco 29 ottobre 2022 - Teatro Gobetti San Mauro To.se 2 novembre 2022 - Altri

Raccolta fondi Associazioni Alzheimer Piemonte

Delicata e ironica storia d’amore a tratti comica, nonostante l’argomento trattato, fra Adriana, un’anziana attrice che sta perdendo la memoria a causa dell’Alzheimer, e Fiorenzo, il suo medico curante. Attraverso una scrittura toccante e sempre rispettosa del dono della vita, non si concede spazio alla mestizia, bensì al paradosso che determinate situazioni portano con sé.

 

NON VOGLIO DIVENTARE MAI GRANDE

di e con Fulvia Roggero e Nathalie Bernardi - Compagnia IL TEATRO DELLE DIECI -  Teatro Salomone Cherasco 18 novembre 2022

Ispirato al personaggio di Pippi Calzelunghe, è un'esplorazione del mondo dell'infanzia, dei suoi desideri, del suo istinto alla libertà, raccontata attraverso miti e letteratura nordici. La bambina Emilia ci introduce nel suo universo creativo, richiamando l'Emilio di J.J. Rousseau. Emilia vive da sola, libera di muoversi e di agire, di apprendere dai propri errori e sviluppare uno spirito critico.

 

SANDRA C

di Adriano Marenco - con Nathalie Bernardi - Compagnia BERNARDI/MARENCO

Molo di Lilith Torino 1 dicembre 2022

Un testo attualizzato attraverso un percorso franco, disincantato, brutale, come brutale è la Cassandra a cui si ispira. Sandra C, sacerdotessa di profonda, mal compresa religiosità, entra in comunione con il pubblico. La guerra di Troia diventa la guerra del G8 e delle contestazioni per dare un senso alla globalizzazione: quella che vuole il potere, immaginata da chi il potere lo subisce.

 

ART

di Yasmine Reza - con Cinzia Oranges, Roberta Lavarino, Marzia Zanardi - COMPAGNIA ARTE.LNATIVA - Teatro Sant’Anna Torino 15 dicembre 2022

L’acquisto di un grande quadro completamente bianco, opera di un celebre pittore concettuale, mette in crisi tre amiche di vecchia data, che si ritrovano a fare i conti con le loro certezze ventennali. Rapporti che sembravano solidi nascondono in realtà debolezze, invidie e risentimenti, e quella che avrebbe dovuto essere una tranquilla serata distensiva si trasforma in un’inaspettata bomba a orologeria. Adattato dall’originale per tre attrici.