Dipartimento di scienze umanistiche | Sezione Storia e critica del Cinema

Storia e Critica del Cinema



Docente: Lazzarin - Di Minno - Taricano
Sede:Collegio San Giuseppe - via Andrea Doria, 18/A - Torino
Giorno:lunedì ore 21:00 - 22:30

Come partecipare al corso?

Descrizione del corso

Temi trattati
 
Prima parte
La prima parte del corso affronterà un percorso su uno dei registi di culto della storia del cinema mondiale, Stanley Kubrick. Un artista che ha esplorato tutte le possibilità narrative e visive del cinema, emancipandosi completamente dalle logiche produttive della grande industria per diventare sinonimo del concetto stesso di autorialità cinematografica. 
 
Seconda parte
La seconda parte del corso affronterà il problema essenziale del cinema: la visione. Come afferma Fredric Jameson (e prima di lui i filosofi e scrittori Maurice Merleau-Ponty e Georges Bataille), “Il visuale è essenzialmente pornografico. I film ci chiedono di guardare il mondo come se si trattasse di un corpo nudo”. 
Avendo come filo conduttore il problema del visibile, compiremo un viaggio trasversale - fatto di analisi linguistiche, ideologiche ed estetiche - nel corso della storia del cinema, delle cinematografie nazionali, dei movimenti e delle filmografie di importanti autori. Partendo dal cinema delle Avanguardie Storiche (Un chien andalou di Bunuel) e del cinema Espressionista tedesco (Il gabinetto del dottor Caligari di Wiene, Metropolis di Lang), raggiungeremo il cinema classico statunitense (La finestra sul cortile e Psyco di Hitchcock), per poi dirigerci verso i prodromi della modernità (La cagna e La regola del gioco di Renoir, Quarto potere di Welles), affrontando poi la piena  modernità cinematografica (Fino all’ultimo respiro di Godard, L’avventura e Blow-up di Antonioni, Peeping Tom di Powell, Hitler. Un film dalla Germania di Syberberg, Lisbon Story di Wenders). 
 
Terza parte
L’ultima parte del corso avrà come oggetto l'opera del regista Peter Bogdanovich soprattutto in rapporto al linguaggio del cinema americano classico.             
Attraverso l'analisi dei suoi film, si cercherà di ricostruire i rimandi, gli omaggi e le influenze da Bersagli (1968) al recente Tutto può accadere a Broadway (2014).  Cinefilo, critico, studioso, Peter Bogdanovich è una delle figure fondamentali della New Hollywood e il più importante erede dell'epoca d'oro del cinema americano. 
 

Programma completo del Corso

Scarica il file PDF


Testi consigliati


Comunicazioni e materiale del Corso

Al momento non sono presenti dispense per questo corso

Link esterni al sito

Collegamento a risorse esterne al sito



Nota: tutto il materiale didattico (dispense, filmati, link esterni) è stato redatto e messo a disposizione dai singoli docenti.