| Sezione Pensiero critico applicato

Pensiero critico applicato



Docente:Fulvia Richiardone
Sede:Palazzo Campana - Via Carlo Alberto, 10 - Torino
Giorno:giovedì ore 19:20 - 20:50

Come partecipare al corso?

Descrizione del corso

Applichiamo il pensiero critico alla vita quotidiana

Il corso si svolge in un incontro a settimana di 1h30, per 8 mesi (da ottobre a maggio), per un totale di 45 ore. È richiesta la partecipazione attiva degli studenti, in quanto non si può imparare a pensare in modo critico in teoria ma solo praticando, sperimentando, applicando.

Il corso sarà diviso in 5 temi principali:

1) Introduzione al Pensiero Critico

2) Cerchiamo la verità nelle informazioni

3) Violazioni dei Diritti Umani/Conflitti e Pensiero Critico

4) Analisi psicoanalitica delle difficoltà nell’applicazione del Pensiero Critico

5) Le Differenze come presupposto per sviluppare il Pensiero Critico

----------------

1) Introduzione al Pensiero Critico

 “Il pensiero critico è una capacità indispensabile del XXI secolo che gli studenti americani non hanno” - Barak Obama

Viene introdotto e definito il Pensiero Critico e si inizia a ragionare sulla sua funzionalità ed operatività. Si introduce il questioning (porre domande) e lo si applica in gruppi. Si analizza la struttura di un’argomentazione, si distinguono argomentazioni buone e cattive, deduttive e non deduttive. Si impara a costruire una buona argomentazione. Si analizzano le Fallacy (argomentazioni fallaci) e i Cognitive Bias (pregiudizi cognitivi).

2) Cerchiamo la verità nelle informazioni

Applichiamo direttamente il Pensiero Critico all’analisi delle informazioni che abbiamo a disposizione. Su diverse questioni di rilevanza sociale, a seconda di quelle che saranno rilevanti nel periodo del corso, cerchiamo di conoscere le questioni alla fonte. Su ciascun argomento informiamoci inizialmente solo su risorse universalmente riconosciute come autorevoli e poi confrontiamo con ciò che viene detto sul tema dai diversi mezzi di informazione. Scopriremo analogie ma anche inaspettate differenze.

3) Violazioni dei Diritti Umani/Conflitti e Pensiero Critico

Molte violazioni dei Diritti Umani e conflitti possono derivare da una mancanza di Pensiero Critico da parte di chi ne è responsabile o vi partecipa. Analizziamo la questione a fondo per capire che cosa sta all’origine.

4) Analisi psicoanalitica delle difficoltà nell’applicazione del Pensiero Critico

Difficoltà a integrare le valutazioni coscienti (razionali) con quelle inconsce (emotive) nell’applicazione del Pensiero Critico. I possibili diversi scenari.

5) Le Differenze come presupposto per sviluppare il Pensiero Critico

Le differenze di qualsiasi tipo spesso ci fanno paura e rappresentano un ostacolo. Potrebbe sembrarci più facile circondarci di persone che la pensano come noi.

 

Per il Pensatore Critico invece non è così. Le differenze stimolano il pensiero, perché costringono a fare uno sforzo per uscire dal modo in cui siamo soliti pensare: le differenze permettono di superare l’euristica e quindi ci rendono persone in grado di pensare meglio.


Programma completo del Corso

Scarica il file PDF


Testi consigliati


Comunicazioni e materiale del Corso

Al momento non sono presenti dispense per questo corso

Link esterni al sito

Collegamento a risorse esterne al sito



Nota: tutto il materiale didattico (dispense, filmati, link esterni) è stato redatto e messo a disposizione dai singoli docenti.